28 luglio 2006

I farmacisti non si fermano

Farmacie in scioperoGiù le serrande. I farmacisti non si fermano di fronte al Governo che conferma il Decreto Bersani sulle liberalizzazini, e confermano il loro sciopero per la giornata odierna, minacciando di andare avanti ad oltranza.
Probabilmente la "flessione" avuta dallo stesso Governo di fronte ai tassisti ha portato fiducia a questa classe di privilegiati quali sono i farmacisti che si dicono "pronti a un tavolo di confronto con la massima disponibilità al dialogo e pronti a revocare le agitazioni".
Il fatto è che non ci sono dei reali motivi per questo sciopero e per queste agitazioni da parte dei farmacisti, se non la volontà di continuare ad essere una classe privilegiata all'interno del nostro Paese.
Sono iniziate anche delle singolari iniziative personali contro il Decreto Bersani che prevede i farmaci nei Supermercati. Maria Rita Ciraolo, titolare di una farmacia nell'Agrigentino, ha esposto all'interno del suo esercizio un banchetto per offrire ai clienti degustazioni di salumi. "Gestisco da anni la farmacia e ho instaurato con i clienti un rapporto di fiducia e stima - ha spiegato la farmacista - Sarebbe assurdo immaginare me o altri colleghi all'interno di un supermercato tra pelati e detersivi".
Dico io: se questa farmacista, che da anni ha instaurato un rapporto di fiducia e stima con i clienti, perchè ha paura di perdere i clienti? Non dovrebbe accadere.
E mi chiedo anche: perchè in farmacia vengono vendute le più svariate cose, a parire dai profumi, le ciabatte, gli zoccoli, le caramelle, rossetti, cosmetici, borse da mare e tanto altro? Sono soli i pelati, i detersivi ed salumi a dar noi ai farmacisti?
Sono state proprio le farmacie per prime a diventare dei Supermercati! Ed oltretutto il Decreto prevede che all'interno dei Supermercati (ma anche negli Autogril) ci sia un farmacista.
La protesta comunque inizia ad apparire meno compatta rispetto a prima, qualche spaccatura inizia a farsi vedere, e spero che alla fine Federfarma sia costretta a cedere.
La libera concorrenza è giustissima, ed il Decreto Bersani ha colpito nel segno, e mi aspetto che il Governo lo porti avanti, senza chinare la testa come ha fatto con i tassisti.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Here are some links that I believe will be interested

Anonimo ha detto...

I like it! Keep up the good work. Thanks for sharing this wonderful site with us.
»

Anonimo ha detto...

Keep up the good work. thnx!
»

Anonimo ha detto...

Whoa! This blog looks exactly like my old one! It's on a totally different subject
but it has pretty much the same layout and design. Wonderful choice of colors!


Here is my website ways to make your booty bigger