27 luglio 2006

Ciclismo: è l'ora di fermarsi!!!

A questo punto bisogna prendere una decisione drastica, decisa, che probabilmente farà male a tutti gli appassionati ed a tutti coloro che il ciclismo lo vedono e lo praticano come uno sport sano e pulito.
E' arrivata infatti la notizia che Floyd Landis, il vincitore del Tour de France 2006, è risultato positivo durante alcuni test effettuati durante la corsa a tappe francese. La sostanza incriminata è il testosterone, uno steroide anabolizzante.
Ormai di anno in anno si allunga la lista dei corridori che vengono "fermati" per problemi di doping, e nonostante i controlli siano sempre più frequenti e precisi, c'è sempre chi fa il "furbo" cercando di avvantaggiarsi slealmente nei confronti dei suoi avversari.
Proprio alla vigilia del Tour erano stati fermati il nostro Ivan Basso e Jan Ulrich, i due principali candidati alla vittoria finale della corsa gialla, e con loro anche altri corridori di medio livello. Così come delle ombre oscure sono venute fuori sul campione americano Lance Armstrong, vincitore degli ultimi 7 Tour de France prima di quest'anno.
Si tratta di un vero e proprio stillicidio, ma senza dubbio c'è chi ancora pedala a "ruota libera".
Da sportivo non posso far altro che dire che questo è un vero schifo, e che probabilmente è arrivato il momento di fermarsi. I continui controlli e la tecnologia non bastano, i corridori "sporchi" spuntano dal nulla ogni anno.
E' quindi giusto fermarsi, anche solo per i tifosi e per gli sponsor, per chi nel ciclismo ci crede davvero, per dare un segnale forte. E va fatto adesso!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Here are some links that I believe will be interested

Anonimo ha detto...

Here are some links that I believe will be interested

Anonimo ha detto...

Very pretty site! Keep working. thnx!
»

Anonimo ha detto...

Hi! Just want to say what a nice site. Bye, see you soon.
»