05 ottobre 2006

TV spazzatura 2: naturalmente i Reality

Commentare i programmi TV di oggi è molto divertente e forse anche troppo facile, ma tornando a parlare di TV spazzatura bisogna parlare del "fenomeno" dei Reality.
Naturalmente non si può generalizzare ed ognuno si differenzia per un aspetto oppure un altro, ma più o meno il succo è sempre lo stesso. Gli autori cercano in modo "fantasioso" di creare un Reality scegliendo temi specifici (l'ultimo il Circo), "inaggabbiando" personaggi famosi o magari degli autentici sconosciuti, inserendo il televoto e le nomination.
Ma quello che spesso "dà vita" ai vari Reality sono i cosiddetti ospiti, quelle fervide menti chiamate a commentare, talvolta a giudicare. I più ricercati sono i direttori dei giornali (se così si possono chiamare) che parlano di Gossip, e lì la cultura si taglia a fette. Spesso poi si cercano "personaggi" con i quali il "casino" è assicurato, ad esempio in Pupe e Secchioni condotto dalla Panicucci e Papi (Enrico è inguardabile) è stata creata la miscela esplosiva Sgarbi-Mussoli, e non vengano a dire che non si aspettavano la performance volgari dei due pseudo-politici. Se andiamo a vedere Reality Circus invece tra gli ospiti troviamo Marina Ripa di Meana, che solo per la sua voce dovrebbe essere radiata dalla TV, se poi si ascolta anche quello che dice è davvero finita. Non che sull'Isola della decadente Ventura la situazione sia molto migliore, anche perchè li ci pensa la "psicologa" Simona ad aggravare la situazione.
Magari guardare questi programmi (e che programmi!) per alcuni minuti, in alcuni frangenti, può anche essere simpatico, come quando a Pupe e Secchioni una concorrente è riuscita a scambiare Dante Alighieri per un "Guerriero Indiano", con la convizione che l'Italia avesse 5000 abitanti. Beh, in questi casi due risate si fanno volentieri.
Fatto sta che per me rimangono a far parte della TV spazzatura.

5 commenti:

Angelo ha detto...

la tv-spazzatura la puoi anche spostare, ma prima o poi bisogna buttarla!

i nuovi reality iniziano a vacillare (wild west segato, circus manca poco), e anche "grandi vecchi" come l'isola dei merdosi perdono ascolti su ascolti.

forse gli spettatori italiani iniziano a togliersi le fette di salame dagli occhi, almeno in parte.

Vax ha detto...

Spero davvero che gli spettatori stiano iniziando a cambiare i loro gusti.

La mia sensazione invece è che alcuni reality vacillino solo perchè ce ne sono troppi, e perchè molti (a mio avviso tutti) sono privi di contenuti.

alecerio ha detto...

i reality sono una tristetta infinita, specie perchè spappolano i maroni a chi nn li vuole neppure sentir nominare... però spero che questo prenda piede, perchè se cosi sarà forse c'è li leviamo di torno.... www.tivoglioconoscere.it si svolge tutto su internet... telespettaori risparmiati...

mattew ha detto...

mah... resto dell'idea che anche nel più grosso mucchio di letame qualche cosa da riciclare ci sia...

Ashley ha detto...

Penso che i reality rappresentino la degenerazione della tv. Sfornano personaggi totalmente inutili, privi di intelligenza oserei dire in quanto si mostrano come persone vuote. Grande fratello insieme alla talpa e a tutte quelle stronzate ci mostrano che l'apparire in tv è un sogno che va realizzato mostrando tette e culo a tutta italia o cmq che l'apparire è più importante dell'essere. Secondo me andrebbero privileggiati programmi culturali che riguardino argomenti di pubblico interesse e non 4 oche che non sanno fare un cazzo.