16 maggio 2008

Via l'ICI

A quanto pare l'ICI è destinato a sparire già dal prossimo mese, con ampia soddisfazione di tutti (anche dei Comuni?).
Secondo Nicola Cosentino, neo sottosegretario al ministero dell'Economia, "L'abolizione dell'Ici sulla prima casa sarà in vigore già per l'acconto di giugno e l'operazione sarà finanziata con tagli di spesa e maggiori entrate da banche e petrolieri".
Ma quanto costerà questa manovra? In termini assoluti le cifre non sono ancora circolate, ma i Comuni italiani hanno già iniziato a pensarci. A dirla tutti, in molti ci pensavano già da tempo a come fare per sopperire alle mancate entrate. Per Roma saranno 352 milioni in meno l'anno, per Milano 155 milioni. Ma in percentuale la città più colpita sarà Trieste, che perderà il 40% delle sue entrate. Questa è la mappa completa tra i maggiori Comuni italiani.
Il Governo ha detto che sono soldi che rientraranno in qualche modo, ma c'è già chi dice che d'ora in avanti i vigili urbani avranno più lavoro da fare......

4 commenti:

duhangst ha detto...

Ho visto i vigili della mia città comperare scorte di biro e blocchetti..
Credo che devo iniziare a preoccuparmi.

Markuzzo ha detto...

Invece dalle mie parti le pattuglie stanno aggiornando i telelaser. :)
Comunque è un bene che questa tassa non ci sia più, era veramente inutile... e mi aspetto si faccia altrettanto col bollo auto.

Vax ha detto...

Benissimo..... giusto che non ci sia più.

Sul bollo la cosa è leggermente diversa..... chi ha un macchinone di 5 metri che occupa il posto di un tram e fa 5 km/l fa molti più danni di chi ha un'utilitaria che fa 25 km/l. In questo caso invece del bollo bisognerebbe cercare di fare qualcosa di diverso..... non abolirlo e basta.

Tiziano Tescaro ha detto...

Anche sul mio stò trattando un post sull’abolizione dell’Ici sal titolo “LA TRAPPOLA DELL’ABOLIZIONE ICI” ho in programma anche di realizzare delle interviste, e mi farebbe piacere avere un vostro commento. Vi aspetto e buona serata da Tiziano