10 settembre 2007

La doppia figuraccia italiana

Donadoni in crisi, come l'ItaliaDoppia figuraccia per i colori azzurri sabato sera a S.Siro.
La prima naturalmente è quella di Donadoni e della sua squadra, apparsa senza idee, manifestando notevoli difficoltà soprattutto in attacco dove si continua ad essere Toni-dipendenti. Ma gli errori più grossi sono stati quelli di Donadoni, che ha insistito nel far giocare giocatori in precario stato di forza coem Del Piero (il peggiore), Camoranesi, Perrotta, De Rossi, lasciando in panchina (o addirittura a casa) chi aveva evidenziato di essere al top, uno su tutti Ambrosini.
La seconda figuraccia, la peggiore, è stata quella del pubblico, che si è esibito in un atteggiamento vergognoso ed antisportivo nei confronti dei francesi.
Tutto è iniziato con l'inno nazionale francese, fragorosamente fischiato dai tifosi presenti sugli spalti, per poi continuare con qualche "buuu" razzista nei confronti dei giocatori di colore francesi.
Sono state molto forti (e condivisibili) le parole di Gigi Riva: "Pazzesco; in quella situazione abbiamo perso di brutto. Ma come si fa a fischiare un inno in una partita di calcio? Proprio non esiste. Ho provato un imbarazzo indescrivibile. Ormai è assodato, abbiamo raggiunto negli stadi un grado di stupidità altissimo. E' stato un atteggiamento più pesante di un coro razzista. Che brutta sensazione".
Poi ci meravigliamo se nei nostri stadi le cose non vanno come dovrebbero. Non riusciamo neanche a mantenere un comportamento "decoroso" durante le partite della nostra Nazionale.
Spero proprio che nessuno vada a cercare delle scusanti, magari nelle parole di Domenech o di qualche giocatore francese nelle settimane che hanno preceduto la gara. Anche a me i francesi non stanno per niente simpatici, ma le vittorie vanno conquistate sul campo, con i fatti, come a Berlino. Quella di sabato è stata un sconfitta nettissima.
Ultima nota. Ricordo che a Firenze è stata "tolta la Nazionale" per oltre 10 anni perchè lo stadio fischiò dei giocatori azzurri durante una partita. Scommetto che S.Siro e Milano passeranno indenni questo comportamento vergognoso.

3 commenti:

S.B. ha detto...

In effetti quella dell'inno è stata una cosa vergognosa...

Salo ha detto...

Dopo un intero mese passato ad insultarci e a provocare, se c'è qualcuno che deve vergognarsi sono i francesi, non noi.

Vax ha detto...

Le provocazioni fanno parte dello sport, se una persona è intelligente riesce a non considerarle e ad utilizzarle come punto di forza.

Materazzi con la provocazione a Zidane ci ha regalato la Coppa del Mondo.

Non difendo i francesi, che nelle settimane precedenti all partita si sono comportati scorrettamente, cercando di farci innervosire prima della partita, ed a quanto pare ci sono riusciti.

Ma Sabato sera l'atteggiamento del pubblico è stato veramente vergognoso ed infantile.

Ricordo che lo scorso anno a Settembre, con il ricordo di berlino ancora presco, i francesi applaudirono l'inno italiano.

Ci siamo dimostrati inferiori a loro, non c'è dubbio. E mi rincresce enormemente doverlo ammettere.