21 novembre 2006

Il Berlusca si defila?

Silvio Berlusconi non farà mai più il Premier, nè tantomeno aspira a diventare Presidente della Repubblica in futuro. E' la notizia che riporta il quotidiano "Libero" secondo cui il Cavaliere avrebbe pronunciato queste parole dopo una "serata tra amici".
"Certo che torneremo al governo, ma una cosa ve la anticipo. In qualunque caso non sarò io a rientrare a Palazzo Chigi", avrebbe affermato Berlusconi. "Ho già dato, mi basta. L'uomo giusto c'è già, ma per favore niente nomi".
Ed ancora: "Niente Quirinale, per carità. Con la politica operativa ho chiuso. Per il capo dello Stato un nome ce l'ho e lo faccio: Gianni Letta. È il migliore di tutti. Intanto ho finito il mio libro di memorie, titolo provvisorio Il calvario della libertà".
Arriva pronta la smentita di Paolo Bonaiuti, portavoce del Berlusca, secondo il quale "Berlusconi non ha rilasciato alcuna intervista ad alcun giornalista".
Ora qualche commento in merito a questa vicenda, a questo scoop.
La persona di cui parla il Berlusca quale suo successore nel ruolo di Premier nel caso in cui il centrodetsra torni al potere potrebbe essere Flavio Briatore, che sta facendo un pensierino al suo ingresso in politica, e uno come lui lo farà sicuramente dalla porta principale.
Se devo dare un peso alla notizia che il Berlusca non avrà più un ruolo operativo in politica, non posso dar credito a quanto è stato scritto, forse perchè di bugie ne abbiamo sentite fin troppe in questi anni. Qualche esempio? Eccoli:
Un partito di Berlusconi non c’è e non ci sarà mai (13-9-1993)
Alla Rai non sposterò nemmeno una pianta (29-3-1994)
Ho dato mandato irrevocabile di vendere le mie tv (18-3-1995)
Il primo a non volere la guerra in Irak è Bush (13-3-2003)
Gilardino al Milan? Sarebbe amorale (24-6-2005)
Io non ho mai insultato nessuno (10-9-2005)

7 commenti:

gds75 ha detto...

e che cacchio ogni tanto una eccezione alla regola non sarebbe male....

Vax ha detto...

Ha già smentito la notizia il Cavaliere...... vuol dire che è sempre in forma......

Salo ha detto...

Io spero che Berlusconi se ne vada, così la Sinistra perderà l'unico collante che la tiene unita: l'odio verso di lui!

Vax ha detto...

Tanto ormai è chiaro che con la politica italiana ogni 5 anni cambia il Governo, visto che i politici per la maggior parte fanno pena sia a destra che a sinistra.

Quindi se la destra deve tornare al Governo meglio senza, così forse fanno meno danni di quanti ne hanno fatti negli ultimi 5 anni.

La sinistra potrebbe perdere il suo "collante", ma l'Italia ne guadagnerebbe in tutti i campi.

gb11 ha detto...

L'unica cosa che distingue Berlusconi da ormai tutti gli altri politici è che lui ha lavorato e, per questo, non potrebbe mai fare qualcosa contro i lavoratori. I vari d'alema, Fini, rutelli, Casini non hanno la più pallida idea di che cosa significhi alzarsi tutte le mattine per procurarsi la pagnotta, perchè alla loro c'ha sempre pensato il partito!!!

Vax ha detto...

Già definire con il termine "politico" il Nano di Arcore mi sembra esagerato, comunque...... io noto un'altra differenza:

Il Berlusca è entrato in Politica per cercare di mascherare gli enormi debiti e le molteplici frodi che aveva compiuto come imprenditore (o lavoratore come dice gb11), per aggirare la giustizia e provare a non finire al fresco, gli altri no.

Anonimo ha detto...

berlusca era ed e' il male minore per la politica italiana speriamo che il prossimo leader del centrodestra sia migliore anche se si e' stanchi dei politici che dicono tutto e il contrario di tutto sia di destra che di sinistra.
Anche se i sinistri sono dei settari e non riescono a ricordare gli oltre trentamilioni di russi condannati ai lavori forzati solo perche' erano dei piccoli proprietari e poi morti di fame e di stenti . ma si sa i crimini di destra sono peccati i crimini di sinistra sono necessari alla rivoluzione.???????????
il comunismo e'stato un male necessario ha detto il papa polacco ma sempre di male si tratta .