16 novembre 2006

Ferrovie: aumentano le tariffe

Le Ferrovie dello Stato sono sull'orlo del fallimento, per evitare il quale occorrono più di 6 miliardi di Euro.
C'è quindi la necessità di mettere in atto un intervento che possa far tornare alla normalità la situazione, partendo subito da un "Aumento delle tariffe dei treni" secondo l'Amministratore Delegato Mauro Moretti che dice: "Dobbiamo promuovere subito un'azione profonda sulle tariffe. Vorrei far notare che le nostre tariffe sono le più base d'Europa. Non vedo perchè dobbiamo continuare a far pagare così poco il treno a fronte di altri stati vicini a noi che fanno pagare molto, ma molto di più".
Le tariffe italiane probabilmente saranno anche le più basse d'Europa (mi piacerebbe fare un controllino però), bisogna però andare a vedere che tipo di servizio viene offerto agli utenti delle Ferrovie dello Stato, sia dal punto di vista della puntualità (o meglio, dei ritardi) che da quello della qualità. Bisognerebbe interrogare soprattutto i pendolari che utilizzano il treno ogni giorno per andare a lavoro o a scuola, e sentire cosa ne pensano......

6 commenti:

Zia Petunia ha detto...

Parlo da ex pendolare: treni sempre in ritardo, sporchi, puzzolenti e costosi.
Speriamo in un futuro ferroviario migliore!

Anonimo ha detto...

moretti è un dirigente strapagato, che quasi sicuramente farà fallire la società, ma ciononostate verrà cacciato con una buonuscita di svariati milioni di euro.
nel frattempo aumentano le tariffe, e alla fine il buco sarà sanato con i soldi dello stato, come dire alla fine l'incopetenza di questo managment (finto privato) non solo lo paghiamo noi ma lo paghiamo pure due volte.

Rosario ha detto...

alla fine sono i pendolari a rimetterci: ci avrei scommesso...
Il servizio è buono da Roma in su. Io viaggio spesso: quando scendo in calabria mi viene lo sconforto. Non sono treni, sono trattori! (sopratutto l'espresso che viaggia di notte e che, ironia della sorte, si chiama "freccia del sud...").

Vax ha detto...

Mi domando come sia il servizio da Roma in giù allora...... siam messi proprio bene.

Io ho fatto il pendolare da Roma in su, e conosco bene tanta gente che lo fa.
Devo dire che anche da Roma in su il servizio è deficitario in tutti i sensi a causa dei ritardi e delle condizioni dei treni che spesso sono sovraffolati.

gds75 ha detto...

non so perchè ma il mio commento è uscito come utente anonimo.
l'anonimo sono io
gds75

gb11 ha detto...

Anziché aumentare le tariffe, perchè non cominciano con una politica più accorta? In questi giorni che non fa un gran freddo, sui treni continuano imperterriti a tenere il riscaldamento a palla, così la gente, per non fare la sauna, apre i finestrini!!! Poi, magari, con la neve in terra, il riscaldamento è rotto! E la stessa cosa capita in estate con l'aria condizionata. Quanti soldi si potrebbero risparimare con un minimo di attenzione in più da parte dei capotreno?