02 maggio 2007

All'Italia non piace la "banda larga"

La diffusione della "banda larga" in Italia non decolla. Nel nostro Paese infatti sono appena il 14% gli utenti internet che si collegano con una connessione ad alta velocità, mentre la media dei Paesi della Comunità Europea è del 28%.
Ma il dato più preoccupante è la mancanza di sviluppo, visto che gli altri Paesi come Francia ed Inghilterra registrano costantemente delle crescite interessanti in questo settore. Per l'Italia la cescita negli ultimi due anni è stata solo del 3% contro il 6% degli altri Paesi.
Molti problemi a quanto pare sono sempre legati a Telecom, che da ex-monopolista del mercato ha frenato la crescita sul nascere.
Insomma, per il momento l'Italia su internet va ancora "troppo piano".

4 commenti:

gds75 ha detto...

tolte le note positive come il comune di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli che da gratis ai residenti la connessione wi fi, credo che il vero problema dell'italia sia il cartello mafioso, delle aziende dei servizi, e le finte privatizzazioni che invece di liberare il mercato lo pietrificano.
un esempio?
telecom italia, oltre al canone, per alice flat da 4 mega in italia si prende mediamente 40 euro (nella media italiana).
Peccato che la stessa Telecom Italia in francia venda alice flat a 8 mega a 15 euro al mese.
che colpa ne hanno gli italiani se sono in mano a gente come tronchetti provera?
io personalmente ho risolto con una azienda regionale, il servizio non è impeccabile ma credimi ne vale la pena!

Vax ha detto...

Anch'io sto vagliando la possibilità di cambiare gestore telefonico, anche perchè il telefono di casa praticamente non lo utilizzo. Ad ogni bolletta sono circa 35 Euro di canone più altri 20 Euro di consumi effettivi.

gb11 ha detto...

e dovreste vedere le bollette delle aziende!!! I consumi incidono meno del 10% di ciò che viene pagato! Purtroppo la telecom è l'unica che offre l'adsl in quasi tutto il paese, gli altri gestori sono ancora molto indietro.

S.B. ha detto...

Per le aziende la situazione è incredibile... ma anche per i privati non si scherza. Se non decolla la banda larga il paese davvero rimane indietro, altro che parlare di innovazione, sinergia, fare sistema. Il monopolio di fatto della Telecom ci mette dietro a tutti.
Uno degli aspetti della banda larga accessibile a tutti, molto semplicemente, è l'informazione "alternativa", il tam tam della community, che a questi livelli di diffusione in Italia non è rilevante.
Non parliamo poi del VOIP...