20 febbraio 2007

La "base di Vicenza"

Nei giorni precedenti al "Corteo di Vicenza" moltissimi media non hanno fatto altro che mettere in discussione la manifestazione, gridando ai quattro venti il pericolo attantati, parlando di un alto tasso di pericolosità per l’ordine pubblico e per le forze dell’ordine, ma alla fine come mi auguravo tutto è filato liscio.
Se qualcuno ha avuto modo di ascoltare i TG Mediaset, sia quelli del lecchino che va in onda sul 4, sia quelli del TG5, avrà visto in che modo stupido sia stata proposta questa vicenda, mettendo tutti in allerta, nemmeno si stesse per andare incontro ad una sorta di guerra armata. Sono sicuro che c'era qualcuno che stava alla finestra e non aspettava altro che scoppiasse il finimondo, che ci scappasse il morto, per poter così puntare il dito contro i nemici di turno.
Purtroppo è questo il giornalismo italiano, e soprattutto a livello politico è di uno squallore inaudito. Si cerca sempre lo scontro e mai il confronto, non esiste il rispetto per chi la pensa diversamente, bisogna come al solito andare a pescare "vecchi fantasmi" per cercare di screditare gli avversari, o meglio, i nemici. Perchè gli avversari esistono in una competizione sportiva, in una competizione leale, ma in politica esistono solo i nemici, perchè il clima della politica italiana è da tempo un clima di guerra.
Tornando alla manifestazione di Vicenza. Non ho ancora ben capito tutto questo chiasso fatto dalla Cdl per una manifestazione che comunque aveva ragione di esistere, quando loro il 2 Dicembre a Roma hanno manifestato senza un apparente motivo. Così come non capisco perchè i "non vicentini" non possano manifestare il loro dissenso, quando loro a Roma hanno portato in Piazza anche le bandiere dell'UDC che invece non partecipava alla manifestazione che invece criticava apertamente.
Dimenticavo, si parla sempre di politica, di guerra, quindi la coerenza e la lealtà non fanno parte di questo "gioco".

9 commenti:

Salo ha detto...

Non capisco proprio il tuo articolo: vuoi dialogo e poi sei il primo ad attaccare. A vuoto...

Citi i tg Mediaset che non c'entrano proprio nulla (il tg5 poi è tutto tranne che di destra...): non c'entrano nulla, semplicemente perchè il primo a "mettere tutti in allerta" è stato proprio un uomo di sinistra, di governo, cioè il ministro Amato! Mi spiace ma ti sei fatto un autogol...
Inoltre le preoccupazioni mi pare fossero più che giustificate, visto il clima che si respira ultimamente...

Io a Roma c'ero, e ti assicuro che di motivi per protestare ne avevamo parecchi: dall'occupazione di tutte le cariche attuata dalla Sinistra, alla Finanziaria che ci scanna tutti (ricchi e poveri). Puoi non essere d'accordo, ma non puoi dire che siano problemini da poco.

Un'ultima precisazione sull'UDC: non ha affatto criticato la manifestazione, anzi. Ha contestato il governo per gli stessi motivi, ma in sede diversa, lasciando liberi gli iscritti di andare a Roma, qualora avessero voluto partecipare, ed invitando semplicemente a non partire con gruppi organizzati dalle coordinazioni provinciali. Le bandiere di certo non le hanno portate gli altri partiti, ma gli iscritti dell'UDC che hanno deciso di partecipare da singoli.

Vax ha detto...

Dai Salo, sii obbiettivo, dove lo vedi il mio attacco? Ho solo fatto delle constatazioni, che puoi condividere o meno.

Ho citato i TG mediaset perchè ho sentito quello che hanno detto, quindi c'entrano nel mio discorso.
(Sul fatto che il TG5 non sia pro-centrodestra ho molti dubbi, forse prima non lo era, ma ora tutte e 3 le reti mediaset lo sostengono apertamente).

Che vi fossero preoccupazioni non lo metto in dubbio, ma credo che i toni siano stati esasperati a dismisura, e ripeto, secondo me in molti speravano che succedesse qualcosa...... ma per fortuna tutto è andato nel migliore dei modi.
Amato ha fatto il suo dovere, ma c'è una grossa differenza. Lui parla per il Governo, ed ha invitato alla calma ed alla correttezza i manifestanti. I TG dei quali ho parlato avevano descritto come vandali i manifestanti già prima di sabato.

Sulla manifestazione di Roma penso che sia stata solo una trovata da Campagna Elettorale di Berlusconi. Dimmi poi chi sarebbe stato scannato dalla Finanziaria...... semmai qualcuno è stato leggermente penalizzato, così come qualcuno è stato leggermente avvantaggiato.

Sull'UDC mi spiace ma sbagli, visto che proprio loro dissero "la nostra opposizione è seria e si fa in Parlamento" e con un gesto plateale di dissociazione lo stesso giorno si ritrovarono Palasport di Palermo. Se questo non è crticare la manifestazione...... e le bandiere (ben 1500) furono ordinate e portate proprio da Forza Italia.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2006/11_Novembre/30/udc.shtml

gds75 ha detto...

chissà come mai un leader politico è anche l'editore e i suoi giornalisti non sono obbiettivi.... che meraviglia....
ma come vedo dai commenti c'è veramente chi è convinto che al mondo ci siano i buoni (loro) e i cattivi (chi ha anche un solo pensiero libero), ma d'altra parte un nano pelato e megalomane che vuol fare il dittatore non è una novità in questo paese!!!!

Vax ha detto...

Sull'obbiettività di Mr. B. basta ricordare che nel Gennaio del 1994, appena prima di annunciare il suo ingresso in politica, si presentò al "Giornale" diretto da Montanelli dicendo ai giornalisti che dovevano combattere la sua battaglia. In quel preciso momento il "Giornale" è diventato un quotidiano di partito, fatto che ha determinato le dimissioni di Montanelli in primis e di molti altri giornalisti del quotidiano.

Salo ha detto...

"ma come vedo dai commenti c'è veramente chi è convinto che al mondo ci siano i buoni (loro) e i cattivi (chi ha anche un solo pensiero libero)"

E mi chiami pensiero libero l'odio trito e ritrito contro Berlusconi?

Vax, anche se fosse vero ciò che dici riguardo al Giornale, Berlusconi doveva fare così, visto che tutto il resto della carta stampata era a Sinistra!

Vax ha detto...

Salo, leva pure il SE FOSSE VERO, perchè è quello che è successo.

Mi spiace contraddirti, ma non vedo tutta la carta stampata a Sinistra come dici te, così come non vedo tutti i telegiornali a Sinistra come dici te.

Credo che ci siano pochi buoni "Media" che hanno delle vedute imparziali, molti altri invece che si schierano.

La differenza è che in quel caso il "Proprietario" del giornale in questione era un Leader di un partito politico diventato poi Primo Ministro. Questa è la cosa che non torna, che non quadra, e che io ritengo sbagliata nel modo più assoluto. Poi se volete accordare a Mr. B. questa possibilità fate pure.

Salo, sul Pensiero Libero la vedo diversamente.
Non capisco perchè uno che la pensa diversamente deve essere definito come un "antiberlusconiano" o come un "antiamericano". Forse solo perchè te ti definisci un "anticomunista", invece dovresti solo essere pro qualcosa.

Se uno la pensa diversamente da Mr. B non sarà un "antiberlusconiano", ma sarà solo a favore di una diversa visione della questione......
Se uno la pensa diversamente da Busch e dal Governo americano non sarà un "antiamericano", ma sarà solo a favore di una diversa visione della questione......

Nella vita dover per forza essere CONTRO qualcosa non è stimolante quanto essere PRO qualcosa, magari avendo la forza di far valere le sue idee.

Salo ha detto...

Chissà perchè invece l'antifascismo va sempre bene e non passa mai di moda.......

Io sono anche pro e tu lo sai: sono liberale, ma non si può essere davvero liberali senza essere prima di tutto sia antifascisti sia anticomunisti. E visto che in Italia il Parlamento è pieno di comunisti...

"un nano pelato e megalomane che vuol fare il dittatore"

Se non è volgare e ritrito antiberlusconismo questo...!

Salo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vax ha detto...

Salo, io parlo per me stesso, non certo per un'intera coalizione.

Purtroppo, come ho già detto, il bipolarismo porta entrambi gli schieramenti a fare degli autentici "patti con il diavolo".

Sicuramente ci saranno gli "antiberlusconiani", così come ci sono gli "anticomunisti", così come ci sono gli "antifascisti"......

Però se guardi bene è proprio il tuo Leader il primo ad offendere ed attaccare non solo l'opposizione, ma anche chi la vota con frasi non proprio consone al ruolo che ricopre.