15 febbraio 2007

Gioventù bruciata, ma non solo......

Negli ultimi tempi sono diventate sempre più frequenti le notizie di cronaca che vedono coinvolti molti giovani ragazzi, purtroppo per episodi negativi.
Il fenomeno più preoccupante è senza dubbio il "bullismo" di cui si sente spesso parlare sui giornali ed in TV, ma più in generale una parte delle nuove generazioni è priva di principi morali ed educativi che mettono in evidenza ogni giorno un degrado preoccupante. Poi ci si è messa anche la tecnologia a dargli una mano, perchè grazie ad internet (youtube in particolare) ed ai videotelefoni le "imprese" di questi ragazzi fanno il giro del Mondo.
Come detto i fenomeni di bullismo e violenza sembrano ormai all'ordine del giorno, così come le scene di sesso. Ancor più grave è che molti di questi eventi spesso si svolgono all'interno delle scuole, e puntualmente finiscono nella "grande rete" che gli rende visibili a tutti.
Ma perchè ci troviamo davanti a questi fenomeni? Senza dubbio la società odierna, soprattutto attraverso la TV, mette in evidenza dei "modelli" sbagliati che i giovani tentano di emulare. Ma non si può dare la colpa solo alla TV, perchè capita anche che siano gli adulti che gli circondano a dare il cattivo esempio con i loro atteggiamenti e comportamenti.
Per la seconda volta in pochi mesi si è sentito parlare di "professoresse a luci rosse". Tempo fa venne fuori la professoressa di matematica che faceva educazione sessuale ai suoi alunni, in questi giorni è saltato fuori il video di un'altra professoressa (sempre di matematica, sarà un caso?) di Lecce che si faceva palpeggiare tranquillamente dai suoi alunni. E in entrambi i casi le due docenti (speriamo ex) hanno negato l'evidenza. Naturale che ultimamente non siano mancati dei video che vedevono coinvolti solo i ragazzi, sempre a scuola naturalmente.
Ma capita di trovare dei cattivi esempi anche in famiglia. A Civitavecchia infatti una madre è stata convocata dalla Preside della scuola per parlare degli episodi di bullismo e degli atteggiamenti violenti che vedevano coinvolta la figlia 14enne. L'incontro però non ha avuto luogo, perchè è stato preceduto da uno scontro nel cortile della scuola. Mentre la Preside era intenta ad accogliere la madre, quest'ultima è partita subito all'attacco prima con offese verbali e poi con una vera e propria aggressione fisica.

7 commenti:

capelli ha detto...

Non sono d' accordo, secondo me questi fenomeni di "delinquenza" minorile ci sono sempre stati da 30 anni a questa parte, l' unica differenza è che con l' invasione della tecnologia ora si scoprono più facilmente.....

Vax ha detto...

Che ci siano sempre stati è vero, infatti do la colpa anche agli atteggiamenti degli adulti che educano (o dovebbero farlo) i figli, ma non si arrivava a questo livello secondo me.

Almeno per quanto ho potuto vedere e constatare io e per quanto mi hanno raccontato amici più "vecchi" di me, questi fenomeni stanno aumentando.

Poi è vero che oggi la tecnologia permette di portarli alla luce del sole, cosa che prima non accadeva.

gds75 ha detto...

sono anche io dell'idea che è il fenomeno si sia solo esageratemente amplificato, visto che ora fotocamere, videofonini e internet sono fruibili a tutti.
Però vorrei fare una riflessione contro corrente.
Dire che i media (nella visione più ampia possibile) diano risalto e cattivo esempio potrebbe diventare una giustificazione visto che la forma educativa principale e anche la più importante è la famiglia.
cominciamo a dare più colpe a quei genitori che non sanno come far capire cosa è giusto e cosa no.
io uso internet da quando avevo 19 anni e oggi ne ho 31, mia madre non ci capisce nulla eppure è riuscita ad educarmi in maniera che io sappia distinguere il giusto dal non giusto.....

Vax ha detto...

Giustisimo, la famiglia è molto importante ed è responsabile al 100% dell'educazione, del comportamento e della crescita dei figli. Però a volte con alcuni ragazzi non può fare molto.

Certo è che la TV ed internet sono armi pericolose se date in mano ad alcuni ragazzi, non certo a tutti.

Io avendo lavorato nelle scuole come allenatore posso dirti che l'educazione dei ragazzi è venuta meno, insomma, è tutto un altro mondo, e spesso gli insegnanti lasciano fare. Non si può dire che sia rimasto tutto come prima.

Altra nota a margine: oggi molto spesso con 2 genitori che lavorano fino a tardi l'educazione dei figli è lasciata spesso ad altri, per cui i genitori perdono la loro importanza. Le mamme casalinghe sono importantissime!

Ringrazio infine i miei genitori per l'educazione che mi hanno dato e per la persona che mi hanno fatto diventare.

gb11 ha detto...

Secondo me, come ha detto il ministro melandri ieri sera a Porta a Porta, è tutta colpa del governo precedente!!!
In realtà, sono molto d'accordo con gds75. E' certamente vero che gli esempi che arrivano da politica, tv e giornali non sono educativi, ma il responsabile in primis è il lassismo dei genitori.
Quella della mamma casalinga, caro vax, te la potevi proprio risparmiare!!! Non è la quantità, ma la qualità del tempo che si passa con i ragazzi ad indirizzarli in un modo od in un altro.
In conclusione, stiamo solo raccogliendo i frutti del '68: tutti diritti e nessun dovere!

Vax ha detto...

gb11, sei te che potresti (e dovresti) risparmiarti i commenti all'interno di questo Blog.

gb11 ha detto...

Ok, sarà fatto. Vedo che ti piaceva di più quando scrivevi e nessuno commentava, così eri certo di avere SEMPRE RAGIONE!