13 febbraio 2007

Istat: nel 2006 il Pil è cresciuto del 2%

Nel 2006 il Pil italiano, corretto per giorni lavorativi, è cresciuto del 2%, il dato più alto dal 2000, quando la crescita era stata di oltre il 3%. Lo comunica l'Istat. Nel 2005 la crescita annua corretta per i giorni lavorativi era stata di molto inferiore : +0,1%.
L’anno chiude poi in accelerazione: il quarto trimestre ha segnato un +1,1% rispetto a luglio-settembre, l’incremento congiunturale più elevato dal quarto trimestre del 1999 (+1,3%).
Ma a chi (Governo Berlusconi o Governo Prodi) sarà dovuto?
Si, perchè ci sarà sicuramente la corsa ad accaparrarsi il merito di questa crescita. Vista l'accelerazione del quarto trimestre sembra dovuta all'attuale Governo, ma la cosa importante è che questa crescita ci sia.
Queste le parole (dal Corriere della sera) del Presidente del Consiglio Romano Prodi: «Ci sono motivi per essere soddisfatti dato che si tratta del miglior risultato dal duemila. La sferzata all'economia è premiata. In termini congiunturali con l'incremento dell'1,1% nel quarto trimestre rispetto al terzo, abbiamo fatto meglio di Stati Uniti e Gran Bretagna» ha sottolineato Prodi. «Si cominciano a vedere i frutti del lavoro fatto, ed è un risultato straordinario, perchè mai avevamo assistito ad una crescita economica così concentrata in un solo semestre».
Ora arriveranno anche quelle dell'opposizione?

6 commenti:

Salo ha detto...

Vax, io sono assolutamente convinto che le entrate inattese (si parla di 37 miliardi in più del previsto!!!) sono merito del goveno Berlusconi e, in particolare, della riforma del Fisco di Tremonti. Questo perchè la crescita delle entrate è iniziata 12 mesi fa, quando al governo c'era ancora il centrodestra. E tu saprai certamente che, in economia, gli effetti si vedono per giunta sul medio-lungo termine (ecco spigato lo sconfinamento anche in qualche mese del mandato di Prodi).

Detto questo, resta da spiegare la crescita del Pil di cui parli in questo post, che è altra cosa.
Vista la Finanziaria da paura del governo Prodi non credo che il centrosinistra si possa assumere i meriti, come invece ha prontamente fatto il premier.
Tuttavia, in questo caso, sono altrettanto scettico nell'attribuire il merito al governo Berlusconi.
Forse la soluzione questa volta sta non in scelte politiche, ma nell'evolversi del mercato (una crescita, seppur minore, era infatti già prevista).

Vax ha detto...

Sinceramente non posso valutare di chi siano i meriti, andrebbero analizzati tutti i dati.
Non essendo un politico avrei detto questo: "Siamo felici di questo gettito inaspettato, di chiunque siano i meriti è un bene per l'Italia." Ma per fortuna non sono un politico.

Sulla crescita del PIL il discorso è lo stesso, e come al solito entrambi gli schieramenti si sono presi il merito (qui ho citato solo Prodi). Non posso certo sapere come si è evoluto il meracto nella seconda metà del 2006, però c'è un caso strano. La la crescita del PIL negli ultimi 5 anni è stata bassissima, di molto inferiore alle attese (tra parentesi) del Governo Berlusconi, ecco il particolare:
2001= 1,8 (2,4)
2002= 0,4 (3,1)
2003= 0,3 (3,2)
2004= 1,2 (3,1)
2005= 0,1 (3,1)
2006= 2,0 (3,1)
Nel 2000 la crescita era stata del 3,6.

Sono solo numeri, però o si prendono sempre in considerazione o non lo si fa mai. E' troppo facile farlo solo quando fa comodo.

Discorso "Finanziaria di sangue".
Siamo nella stessa situazione del 2001 quando si insediò il Governo Berlusconi che varò una Finanziaria (2002) da oltre 35 Miliardi, e naturalmente il buon Tremonti disse "Il Governo in uno spazio temporale limitato ha dovuto adottare interventi eccezionali e strutturali, anche per ridurre il danno di quello che aveva fatto il Governo Amato".
Insomma, niente di nuovo, a parti invertite sono le stesse cose successe quest'anno.
Resta solo da vedere se la Finanziaria 2007 farà più o meno danni di quella.

capelli ha detto...

Ceerrrrrto che arriveranno...arrivano sempre....

Salo ha detto...

Vax, tutto puoi dire tranne che siamo nella stessa situazione del 2001: lì la Finanziaria tosta serviva. Ora la si è fatta con 37miliardi di entrate in più rispetto alle attese!! 37miliardi!!! l'equivalente di due finanziarie medie!
Ma era necessario a Prodi, per salvare la faccia, visto che in campagna elettorale aveva dipinto l'Italia berlusconiana sul lastrico, neanche fossimo l'Argentina. Ed era oltretutto pure voluta fortemente dalla sinistra estrema, a cui sempre piace ogni provvedimento schiacciasocietà e statalista.

Sui dati riguardanti il Pil, bisogna considerare le due batoste che, a livello mondiale, sono state l'11 settembre e la guerra in Iraq.
Almeno questi, sono due dati di fatto...

Vax ha detto...

Salo, senza dubbio la situazione è diversa e l'11 Settembre ha inciso in maniera fortissima.

Sui 37 miliardi di entrate in più rispeto alle attese non ci sperava nemmeno il Governo precedente, sono stati un colpo a sorpresa dei quali mi piacerebbe avere una spiegazione logico e matematica che purtroppo non avrò mai.

Come ben sai però una grossa parte della Finanziaria 2007 servirà per sanare il debito pubblico che dovrebbe rientrare nei parametri accettati dall'UE, e proprio in questi giorni l'economia italiana è stata giudicata molto positivamente a livello europeo.

Un'altra parte della Finanziaria è servita per gli sgravi fiscali dei quali soprattutto le famiglie usufruiranno e che porteranno la gran parte degli italiani ad avere una riduzione delle tasse.

In definitiva, quello che dico io è questo: vediamo se effettivamente le misure economiche messe in atto dal Governo sono positive oppure no, nel caso in cui non lo siano sarò il primo a dirlo, stai tranquillo. Però non è possibile fare una valutazione solo per partito preso.

Salo ha detto...

Hai ragione Vax, ma la mia è una valutazione che parte proprio dall'inaspettato incasso di quei 37 miliardi di euro. Non dico no alla finanziaria per partito preso, ma per denaro già in cassa!
Cmq vedremo...