22 febbraio 2007

Ed ora?

Massimo D'Alema si è dimostrato coerente fino alla fine. Ed ora?Ed ora cosa faranno? Come si andrà avanti?
Perchè gli scenari che si aprono nella Politica italiana sono diversi e molteplici, ed in questi giorni i politici dovranno scegliere quale strada prendere, naturalmente con il benestare del Presidente della Repubblica.
Vediamo quali sono le ipotesi:
1) Prodi Bis: si va alla fiducia al Senato, ed il Governo la ottiene. Ci sarebbero le possibilità per andare avanti, per tornare a Governare, ma la domanda è: per quanto? Con il sentore di una nuova caduta potrebbe essere troppo rischioso e soprattutto ingiusto. Ma ci può stare.
2) Cercare di allargare la maggioranza grazie a qualche accordo centrista, anche se in questo caso le divergenze con l'estrema sinistra diventerebbero ancor più difficoltose.
3) Mettere in piedi un Governo formato da una grande coalizione. Sarebbe la cosa più sbagliata a mio avviso, per accontentare tutti si scontenterebbe tutti.
4) Andare immediatamente al voto con questa Legge elettorale. Anche questa non sarebbe una bella mossa.
5) Mettere in piedi un Governo tecnico per mettere in ordine alcune questioni importanti, tra le quali la Riforma delle Legge elettorale, e poi tornare alle Urne.
Attendiamo l'evolversi della situazione, perchè c'è in gioco il futuro dell'Italia.

18 commenti:

capelli ha detto...

Ed ora Prodi Bis.....non c' è spazio per altre soluzioni...spero solo che non si avvicini troppo Casini...

Salo ha detto...

Prodi bis??? Dio ce ne scampi!

La sinistra ha dimostrato di essere incapace di governare: cadere sulla politica estera è vergognoso!

Prima Parisi che viene scaricato dalla maggioranza e sostenuto dall'opposizione (!!!); poi D'Alema che cerca di mettere un po' d'ordine sulla posizione internazionale dell'Italia e...il disastro!
...DILETTANTI ALLO SBARAGLIO...

L'80% degli italiani chiede di tornare alle urne.

Con questa legge elettorale o con un'altra, io dico solo una cosa: a votare il prima possibile!

Vax ha detto...

Beh, io credo che con una maggioranza praticamente inesistente come questa sarebbe stato difficile per chiunque, perchè è bastato un minimo disaccordo per far saltare il banco.

Non c'è ombra di dubbio che la Politica estera sia fondamentale per un Governo, ma credo che in questo momento ci siano quesitoni molto più importanti, è per questo che non vedo in modo drammatico questo pesante passo falso.
Molto più importanti, soprattutto per i cittadini, sono la riforma sulle pensioni, la legge elettorale, le leggi ad personam, la legge sul conflitto di interessi, ai quali si aggiungono naturalmente anche tutte le vicende di politica internazionale.

Sull'incapacità di governare non mi trovi daccordo. Diverse cose buone (ed altre meno) sono state messe in tavola:
a)liberalizzazioni
b)pacs-dico
c)forte impulso alla lotta all'evasione

Ripeto, la situazione del dopo elezioni sarebbe stata dura per chiunque avesse vinto le elezioni, e da questo punti di vista bisogna ringraziare il precedente Governo che ce l'ha consegnata......

Salo ha detto...

Vax, siamo seri: cosa gliene frega ad un cittadino della legge sul conflitto d'interessi?

La proposta di legge sui Dico è tuttora tale e non può essere inclusa nella lista dei "meriti del governo Prodi". Inoltre tale proposta di legge contro la famiglia, cellula fondamentale della società, è stata scritta solo per motivi ideologici, per pressioni da parte della lobby gay, non certo perchè fosse una necessità impellente del Paese.

Infine, la politica estera è fondamentale e questo governo avrebbe avuto grossissimi problemi in questo senso anche con 10 senatori in più!
All'interno della maggioranza (?) esistono posizioni di partenza assolutamente opposte: si va dai filoamericani agli antiamericani più ottusi ed irremovibili.
D'Alema ha fatto un discorso da me non pienamente condivisibile, ma comunque razionale ed equilibrato...la risposta della sinistra estrema? la solita: gran chiasso per un dormitorio NATO a Vicenza ed una missione di pace con benedizione ONU...e alla fine il governo è caduto...ma era inevitabile.
Il centrodestra, al contrario, in cinque anni ha avuto una posizione internazionale chiara e coerente, senza mai nemmeno uno screzio all'interno della coalizione su certi temi, come la lotta al terrorismo, che sembrerebbero ovvi, ma fanno invece venire l'orticaria a certi Rossi...

gds75 ha detto...

non credo che esistano numeri per una cosa differente dal governo prodi, e lo stesso non il bis.... mamma che tristezza.... vorrei essere incazzato, ma invece sono depresso!!
do oggi in poi abbasso la politica e viva la figa!!!

Vax ha detto...

Salo,

Ai cittadini della Legge del conflitto di interessi gliene frega eccome, e non tirare fuori sempre il solito "antiberlusconismo". E' una Legge che darebbe più serietà e trasparenza al Paese. Qualche esempio? Eccoli:

1) un politico con una posizione di rilievo o d'influenza che utilizzi questi suoi poteri per spingere il legislatore ad approvare l'abrogazione o la modifica d'una legge che lo imputa di un qualche reato o che lo coinvolga in qualche modo o che lo avvantaggi economicamente;
2) un giudice che giudica o un pubblico ministero che imputa un proprio familiare o conoscente in una causa o si attivi su una questione in cui lui o i suoi interessi sono coinvolti;
3) la partecipazione ad un appalto o transazione essendo a conoscenza dei termini riservati di proposta;
4) il presidente di un organo di garanzia che possiede o ha interessi di tipo economico e/o personale in (o contro) un'azienda oggetto dell'analisi di tale organo;
5) uno studente che insegni una qualsiasi materia presso il corso di laurea al quale è iscritto.

Purtroppo in Italia i giochi di potere sono moltissimi, fanno parte della cultura di coloro che ne fanno uso. Ad esempio nelle cariche pubbliche è usanza andare avanti grazie a spintarelle, grazie a conoscenze e così via.

Sulla proposta sui Dico non mi venire a dire che mina la famiglia, ma ne parlerò in un prossimo post. Premetto, io sono felicemente sposato e convinto della mia scelta.

Il centrodestra nei 5 anni precedenti aveva una larga maggioranza, ed anche quella non gli ha impedito di avere dei conflitti interni e di creare casini enormi durante il mandato. O ti sei dimenticato delle "ruote" che sono state il "Ministro degli Esteri" ed il "Ministro dell'ecenomia" durante quei 5 anni.

Salo ha detto...

Io ho parlato di politica estera: lì il governo Berlusconi non ha mai avuto crisi interne.

Ovviamente nella tua bella lista non hai inserito il più grande e grave conflitto d'interessi del nostro Paese, cioè quello tra partiti di Sinistra (DS soprattutto) e COOP nel centro Italia...ovviamente...
Ribadisco che comunque questa legge è una falsa necessità, si può fare, ma non è urgentissima come vorreste farci credere...
Molto più urgente è la riforma delle pensioni, iniziata dal governo Berlusconi, bloccata da quello Prodi, e che mai potrà essere portata a termine da uno schieramento comprendente posizioni paleolitiche come quelle di Rifondazione.

Sui Pacs o Dico non c'è molto da dire: tutti diritti niente doveri...bella società di merda!
Sbaglio? e allora perchè introdurli, se per chi vuole sia diritti sia doveri c'è già il matrimonio???
Gli omosessuali? i loro problemi sono risolvibili con piccolissimi e mirati interventi, non c'è bisogno di creare un istituto familiare per loro, che non saranno mai accostabili alla famiglia, non perchè lo dico io, ma perchè lo dicono i fatti: la loro sterilità li rende giuridicamente molto meno rilevanti della coppia etero, giacchè non concorrono all'ordine delle generazioni. Semplice. Ed innegabile.

Vax ha detto...

Il conflitto di interessi vale per tutto e per tutti, questo è chiaro. Non sarà urgente, ma è necessario.

In politica estera il Governo precedente non avrà mai avuto crisi interne, anche perchè spesso si è tirato giù le braghe davanti agli USA. E non venirmi a dire che sono antiamericano, perchè sei fuori strada. Solo che se ci sono quesitoni nelle quale Bush e soci dicono delle stronzate e non sono daccordo allora è giusto farlo notare e schierarsi, mentre invece il Centrodestra si è sempretappato il naso.
Ti ricordo solo due episodi: la strage del Cermis, il caso Calipari. Ma tornando indietro nel tempo si potrebbe parlare anche di Ustica.

La riforma delle pensioni è urgente, soprattutto perchè quella iniziata dal Centrodestra è stata a dir poco pessima ed iniqua ed è urgente modificarla radicalmente, cosa che era un obbiettivo del Governo.

Salo ha detto...

"cosa che era un obbiettivo del Governo"

Strano, mi sembrava di aver sentito Giordano, Rizzo e Diliberto dire che le pensioni non si sarebbero nemmeno sfiorate...

Che c'entra poi il centrodestra con la strage del Cernis?
E con Ustica???

Calipari è un'altra questione...sai che ultimamente, esasperati, i generali USA hanno diffuso un video che prova come siano stati loro (e non gli italiani) a liberare gli ostaggi?
Questo cambia tutto...ma chissà perchè se n'è parlato pochissimo...

Salo ha detto...

Comunque con Ustica gli USA non hanno nulla a che fare...l'unico indizio militare è sì un MIG precipitato sulle montagne vicine, ma...è un veivolo della LIBIA!!!
Libia che è pure la maggiore indiziata anche nell'altra ipotesi: quella di un attentato terroristico a bordo dell'aereo.

Vax ha detto...

Le pensioni invece verranno sfiorate......

Il Centrodestra in relazione al Cermis, Calipari e Ustica è una relazione per far capire come l'adorazione verso gli Stati Uniti che ha mostrato il precedente Governo non è altro che un'opera di sottomissione verso un Paese più potente di noi.

Sulla strage del Cermis: I due militari furono nuovamente giudicati dalla corte marziale USA per intralcio alla giustizia per aver distrutto un videotape registrato durante il volo nel giorno della tragedia. Per tale capo d'accusa furono riconosciuti colpevoli nel maggio del 1999. Entrambi furono degradati e rimossi dal servizio. Il pilota fu inoltre condannato a sei mesi di detenzione, ma fu rilasciato dopo quattro mesi e mezzo per buona condotta.
E come se non bastasse: nel febbraio 1999 il Senato degli Stati Uniti ha stanziato circa 40 milioni di dollari per i risarcimenti ai familiari delle vittime e per la ricostruzione dell'impianto di risalita, ma nel maggio dello stesso anno lo stanziamento, respinto da una commissione del Congresso, non è stato confermato dal Governo nella persona del Ministro della Difesa William Cohen. Dei risarcimenti hanno quindi dovuto farsi carico, quantomeno in prima battuta, la Provincia Autonoma di Trento e il Parlamento Italiano.
Figuriamoci se fosse capitata la stessa cosa negli USA, con un aereo italiano che provocava una strage di 20 morti......

Caso Ustica: perchè quel giorno del 27 giugno del 1980 la portaerei americana Saratoga è ormeggiata a Napoli? In molti sostengono che nell’aerea il traffico aereo era sostenuto. Ma i registri del radar della Saratoga non sono mai arrivati nelle mani degli inquirenti. Mi sembra alquanto strano o perlomeno sospetto.

Calipari: la cosa certa è che la magistratura ha incriminato il soldato USA Mario Lozano per l'omicidio volontario consumato ai danni di Calipari e il tentato omicidio volontario di Giuliana Sgrena e dell'autista. Mi sembra lampanta la "collaborazione insufficiente fino a questo momento" da parte degli americani.

Ma il cdntrodestra ed i suoi elettori pensano che sia più importante essere come sempre filoamericani, dar sempre ragione perchè ci conviene, perchè son più forti e grossi di noi, perchè ci hanno liberato. Insomma, basta tapparsi il naso e dargli ragione. Contenti voi.

Salo ha detto...

Ogni discorso è buono (anche quello che stavamo facendo, che non c'entava nulla) per andar contro gli americani.
Le date che tu stesso hai citato confermano quanto detto da me: il governo di centrodestra non era in carica nei momenti decisivi delle questioni del Cernis e di Ustica.

Io non credo che vada sempre data ragione agli USA, sei tu che parti da due (non tre, perchè con Ustica gli USA non c'entrano) errori (di cui quello su Calipari presunto)per condannare una nazione. Gli USA hanno sbagliato nel caso del Cernis...e allora? per questo dovremmo poi dire che gli USA non vanno sostenuti nella guerra al terrorismo islamico?
Sono due cose che non c'entrano nulla! il tuo discorso è solo una grande forzatura...

Vax ha detto...

Non c'è nessuna forzatura nel mio discorso.

Gli esempi servono solo a farti capire come il comportamento degli USA verso l'Italia non sono sempre esemplari e corretti, anzi, e che quindi c'è un motivo per questa "non redenzione" verso gli USA.

La differenza è che il Centrosinistra non permette agli USA di mettergli i piedi in testa cercando di far valere le sue RAGIONI, cosa che invece non fa il Centrodestra che è fin troppo accondiscendente.

Sulla lotta al terrorismo islamico, penso che tutti siano daccordo, ma c'è modo e modo di lottare.

Salo ha detto...

Non mi sembra che in questi mesi D'Alema abbia ottenuto molto sul caso Calipari...niente più di ciò che aveva ottenuto il governo Berlusconi.

Sulla lotta al terrorismo non siamo tutti d'accordo, anzi: nel centrosinistra l'antiamericanismo affonda le sue radici nel comunismo, ancor presente con ben due partiti dai nomi vergognosi e grondanti sangue. Tale antiamericanismo trova la sua forma ufficiale nel patetico ed ipocrita pacifismo nostrano, sempre pronto a scagliarsi contro la più grande democrazia del mondo (dimenticando tutte le altre guerre in cui essa non è coinvolta) e a giustificare in qualche modo i barbari estremisti islamici (oltre che ad aprir loro le porte dell'Italia...)!

Vax ha detto...

Nel simbolo del secondo partito del Centrodestra trova spazio al centro il simbolo e la sigla del MSI, il Movimento Sociale Italiano, un partito di chiaro stampo fascista, uno dei più grandi mali dell'umanità, un regime che purtroppo in molti hanno duvoto subire anche qua in Italia.

Salo ha detto...

E questo che c'entra con ciò che ho scritto? Cambia forse il discorso sull'antiamericanismo della Sinistra? o sul fatto che D'Alema riguardo Calipari non ha ottenuto nulla più di Berlusca?

Comunque Fini ha chiesto scusa per gli errori passati della sua parte politica e ha definito il Fascismo un "male assoluto". Cosa che un Diliberto qualsiasi non farà mai col Comunismo.

Vax ha detto...

E' inutile "predicare bene e razzolare male"......

gb11 ha detto...

Povero vax, non sa più che pesci prendere...
Solo un appunto. Sia comunismo che fascismo sono stati due grandi mali della storia. A sinistra abbiamo due partiti che si ostinano a mantenere il nome (e l'ideologia). Il simbolo del MSI (movimento sociale italiano) non è un riferimento esplicito e l'atteggiamento di AN non è certo fascista. Questa è la GRANDE differenza, come fai a non vederla?