18 giugno 2007

Antipatico ma vincente

Fabio Capello proprio non si può vedere, è una persona veramente odiosa, perchè soprattutto a livello umano lascia molto a desiderare, almeno per quanto ha fatto vedere negli ultimi anni.
Però bisogna ammettere che è un vincente, anche se lo Scudetto appena conquistato a Madrid è più un demerito del Barcellona che un merito del Real Madrid. La squadra di Rijkard infatti ha dominato il campionato, anche e soprattutto a livelo numerico, ed avrebbe meritato più del Real questo titolo, ma è la classifica quella che conta, e dice che Capello ha vinto un'altro Scudetto.
Penso che quest'anno in molti abbiano sperato in un flop di Capello, ma il bastardo è riuscito comunque a portare a casa la vittoria. Alla faccia di tutti.

5 commenti:

yago_erasmus ha detto...

eh si che spettacolo ieri sera, mi trovo a Madrid in Erasums e dopo la partita tutti a fare festa in Plaza Cibeles aspettando il bus con i giocatori, ho fatto un po' di video della festa davvero incredibile musica fuochi d'artificio e tanto altro, potete vederli qui http://www.mecagoenelfutbol.it/index.php/2007/06/18/real-madrid-campione-video-della-festa-a-plaza-cibeles-allarrivo-del-real-in-bus/

S.B. ha detto...

Vero. C'è poco da fare. Allena grandi squadre, ma riesce a trasmettere quel qualcosa in più che rende vincenti.
Però mi sta sulle balle come pochi !!

gds75 ha detto...

era il tipico personaggio da juventus.
certo è un vincente, ma credo che non accetterebbe un progetto da costruire da zero nemmeno sotto costrizione.
non è comunque facile, ma diciamo che è meno difficile vincere quando la tua squadra la chiamano "i galacticos"
viva mazzone!!!!!

Salo ha detto...

Capello è uno che ai tempi del Milan tese un agguto ad un giornalista e lo aggredì fisicamente.
Capello è uno che nelle interviste riesce ad offendersi e a reagire smisuratamente anche di fronte alle domande più tranquille e pacifiche.
Capello è uno che si cred il migliore.

Purtroppo però Capello E' anche il migliore.

gb11 ha detto...

E' facile vincere avendo i giocatori più forti.
Concordo con gds che l'allenatore veramente bravo è quello che riesce a costruire qualcosa partendo da 0. Per esempio, penso che se l'anno prossimo la Fiorentina (ahimè) vincesse qualcosa, Prandelli potrebbe tranquillamente essere classificato come un grande allenatore.
Capello è solo un uomo fortunato che non riesce a godere di ciò perchè è sempre incazzato.