24 aprile 2007

POLITICA

Cos’è la Politica? Secondo un’antica definizione scolastica la Politica è l’arte di Governare la Società, anche se è difficile parlare di arte in questo “campo”. Diciamo piuttosto che si tratta di un complesso di teorie e tecniche finalizzate all’organizzazione della Società.
All’interno di un Paese democratico quindi la Politica sarà l’attività umana il cui fine ultimo è incidere sulla distribuzione delle risorse materiali e immateriali.
Perché chiedo cos’è la Politica? Perché in Italia esiste un certo tipo di Politica, fatta da molti (se non da tutti), della quale non possiamo certo andare fieri.

ITALIA: La Politica che c’è

Della Politica italiana, come dicevo, non possiamo andarne fieri, a prescindere dagli schieramenti politici di cui si parla. La Politica italiana è malata non solo a causa degli addetti ai lavori, ma anche a causa degli elettori.
Purtroppo ci sono troppe persone che portano dentro di sé un odio sconfinato verso chi la pensa diversamente da loro, senza magari conoscerne le ragioni, e la cosa più preoccupante è che molte di queste persone fanno parte delle nuove generazioni.
Purtroppo c’è chi ancora oggi torna a scomodare i fantasmi del passato per "giustificare" o per "spiegare" la propria posizione politica, strumentalizzando in modo inopportuno e poco intelligente certi eventi storici.
Purtroppo c’è una classe politica che prima di pensare al bene del Paese pensa a tenersi stretta una poltrona sotto le chiappe, e c’è chi lo fa addirittura da mezzo secolo.
Purtroppo c’è una classe politica che invece di confrontarsi su dei temi importanti non fa altro che azzannarsi, cercando di screditare in ogni modo gli avversari.
Purtroppo c’è una classe politica composta da persone condannate in via definitiva, da drogati, da mafiosi.
Purtroppo c’è una classe politica che appare intoccabile e sempre più ricca di privilegi.

ITALIA: La Politica che non c’è

La Politica che non c’è qua è in Italia è quella del confronto diretto e leale sui temi importanti che dovrebbero interessare sia i politici ma in primis i cittadini, ed oggi come oggi è senza dubbio molto importante il tema ambientale che preoccupa soprattutto le generazioni future.
La Politica che non c’è qua è in Italia è quella dei giovani, quella del rinnovamento e del ricambio generazionale, visto che in Parlamento da anni si vedono sempre le stesse facce.
La Politica che non c'è qua in Italia è quella che dovrebbe portare i politici a pensare prima di tutto al bene del Paese invece che agli interessi personali.

Cambieranno mai le cose?

5 commenti:

gb11 ha detto...

Non so da dove tu abbia preso l'articolo, ma sono contento che tu l'abbia inserito, perchè spero faccia riflettere QUALCUNO dei 3-4 utenti di questo blog.

Vax ha detto...

Sarebbe già qualcosa se anche te riuscissi a riflettere, ma la vedo molto difficile viste le tue scarse capacità......

P.S. Noto che ti stanno a cuore i frequentatori di questo Blog. ;)

gb11 ha detto...

Io noto, invece, che la tua maleducazione non ha confini (ma toglierai sicuramente questo commento, perchè sul TUO blog tu puoi offendere chiunque, gli altri non possono nemmeno permettersi di criticare).

Roberto Aiello ha detto...

Caro Ezio buondì, grazie per la tua risposta io credo che oggi, come penso che credi anche tu, possediamo i mezzi e gli strumenti per far valere le nostre ragioni e quindi si tratta solo di cominciare a far rete tra di noi e a collaborarare per raggiungere obiettivi di valore per l'intera comunità in cui viviamo.

Vax ha detto...

Probabilmente sì, solo che oltre a far valere le nostre ragioni dovremmo anche far si che cambi qualcosa, ed in questo momento le prospettive non sono buone.

P.S. Non mi chiamo Ezio, chiamami pure Vax.....