12 marzo 2007

Quest'uomo ha perso la testa

Guidolin fuori di testaCapisco che allenare una squadra come il Palermo, con alle spalle un presidente come Zamparini, sia molto difficile. Senza dubbio la pressione a cui è sottoposto Guidolin è altissima, ma il suo gesto di ieri è inqualificabile, ingiustificabile, ed inammissibile da parte di un professionista.
La reazione che il tecnico del Palermo ha avuto nei confronti di Prandelli a seguito del gol di Mutu è l'immagine più brutta di questo calcio, un'immagine che poi porta anche i tifosi a tenere un atteggiamento scorretto e pericoloso. Spero davvero che al signor Guidolin sia inflitta una bella squalifica, così magari avrà un'pò di tempo per andare in bicicletta.
Si perchè le parole e l'attegiamento di Guidolin sarebbero gravi anche nel caso in cui il tecnico del Palermo avesse ragione, ma invece non ha neppure quella, quindi sono da considerarsi ancora più gravi. Ma analizziamo i fatti.
Adrian Mutu recupera un pallone a metà campo quando il palermitano Guana accusa un risentimento muscolare. Il giocatore viola prende la palla e si invola in contropiede nonostante il palermitano si lasci cadere a terra. A quel punto Mutu salta 3 giocatori avversari e mette la palla in rete battendo Fontana. Li si scatena il finimondo, con i giocatori del Palermo inferociti con Mutu, e Guidolin che da spettacolo a bordo campo offendendo tutto e tutti, lasciandosi andare ad una reazione isterica. L'allenatore rosanero attacca Prandelli, pretendendo (invano) che la Fiorentina lascia segnare un gol al Palermo per rimediare alla presunta scorrettezza. A quel punto viene espulso.
Nel dopopartita sembra che la rabbia incontrollata di Guidolin non sia finita, che la sua testa si completamente andata. Continua quindi il suo show, continua il suo attacco a Prandelli, dicendo che il tecnico viola non è un uomo, mentre lui lo è, perchè avrebbe avuto la forza morale di annullare l'accaduto facendo segnare gli avversari.
Ecco alcuni miei pensieri sulla vicenda:
1) Guidolin probabilmente ha scordato che in due occasioni quest'anno la sua squadra ha segnato con un giocatore avversario a terra, precisamente in Palermo-Livorno (come testimonia l'allenatore amaranto Arrigoni) ed in Palermo-Catania. Ma lui non era un uomo?
2) Adrian Mutu ha saltato 3 difensori del Palermo per segnare, ed i 3 difensori non si sono certo fermati, ma il rumeno è stato favoloso ed ha segnato la rete viola.
3) Guana si è lasciato andare a terra fulminato dopo che non aveva raggiunto il pallone, sembrava gli fosse saltato un muscolo. Ma stranamente ha ripreso a giocare per tutta la partita correndo in lungo ed in largo. A pensar male si fa peccato, ma a volte ci si prende, ed io credo proprio che il buon Guana abbia simulato l'infortunio quando aveva visto che il pallone finiva nei piedi di Mutu per il contropiede.
Concludo dicendo che con persone come Guidolin e soprattutto Zamparini che rilasciano certe dichiarazioni non c'è da meravigliarsi se poi sugli spalti succede qualcosa di brutto. Probabilmente non si rendono conto del ruolo che ricoprono, altrimenti vuol dire che non arrivano a capire certe situazioni ed a valutarle nel modo giusto.

3 commenti:

Fabien ha detto...

Mutu o non Mutu, Guidolin ha davvero perso la testa. Meno male che le trasferte sono bloccate dopo gli ultimi avvenimenti perché pensate a cosa sarebbe potuto accadere tra i tifosi dopo che un cretino coi fiocchi come Guidolin ha esasperato gli animi già caldi per quanto successo.
Poi come al solito, e come il suo presidente che da quando è a Palermo ha già lasciato il calcio almeno una dozzina di volte, chiacchiera tanto ma poi razzola come gli fa comodo... Dopo il suo show per la immeritata vittoria a Firenze bisognava fargliene almeno altri 4 di gol così.
E alla faccia di Mughini che parla di "obbrobrio" per l'azione di Mutu dopo che è stato proprio il "suo" allenatore Capello a far sì che si approvasse la nuova regola sulle interruzioni... Ipocriti!

Vax ha detto...

Mughini? E chi sarebbe costui???

malza ha detto...

perfettamente d'accordo, si dovrebbero abbassare i toni per non fare succedere casini tra gli ultra ma, dopo tante belle parolo sono i dirigenti in primis a fomentare, involontariamente spero, certi comportamenti