26 luglio 2007

Gli aiuti di Amadeus

Uno contro CentoIeri sera stavo guardando in TV il quiz "Uno contro cento" che va in onda su Canale5 ed è condotto da Amadeus.
Nella seconda domanda effettuata dal conduttore si chideva al concorrente quale fosse stato lo sportivo italiano che aveva detenuto un record mondiale per otlre 15 anni. Le alternative erano le seguenti: Calligaris, Simeoni, Mennea.
L'ignaro concorrente si è buttato a capofitto su Sara Simeoni (che poco tempo fa ha perso il primato italiano del salto in alto), ma è stato portato a fare marcia indietro da Amadeus che ha iniziato a chiedere se era convinto, facendogli presente che non poteva ancora utilizzare i jolly e così via.
Alla fine il concorrente ha cambiato la sua risposta (naturalmente), passando a Pietro Mennea, che secondo lui era un fondista e che aveva detenuto il record mondiale nella maratona. La risposta era giusta, anche se effettivamente Mennea è stato un gran velocista, ed ha detenuto il record mondiale dei 200 metri dal 1979 (Città del Messico) fino al 1996.
L'aiuto di Amadeus è stato veramente clamoroso, e devo dire che di queste situazioni se ne vedono spesso, con il conduttore che aiuta palesemente il concorrente. Però su questi tipi di aiuti nessuno dice mai niente, mentre ad esempio a Striscia son soliti parlare del gioco dei pacchi che andava in onda su Rai1...... chissà perchè?

3 commenti:

chit ha detto...

Ma siamo poi sicuri che uno come Amadeus possa esser messo lì ad "aiutare" i concorrenti?
Naaaa dai, siamo seri per favore....

moticanus ha detto...

In quelle situazioni il concorrente non deve essere messo alla prova, ma va accompagnato in modo paterno alla vittoria. Nei quiz televisivi il concorrente DEVE vincere!

Manuel ha detto...

ho scritto prorpio ieri un post sul'argomento.. quando c'é stato il primo vincitore da 200.000€
Manuel