12 settembre 2008

Un Calcio alla giustizia

Ecco quel bischero di MatarreseCome al solito il mondo del calcio non si smentisce e mostra come la politica abbia messo delle radici talmente profonde in questo sport che saranno difficili da sradicare.
Non ho certo scoperto l'acqua calda, è una situazione che si è evidenziata clamorosamente soprattutto negli ultimi 10 anni. Come al solito per fare un esempio prendo la "mia Fiorentina" mandata in C2 quando diverse altre squadre ne hanno combinate di più grosse, quando c'è chi ha avuto la possibilità di pagare i propri debiti in 30 anni.
Ma la cosa peggiore è quando la politica va a toccare la giustizia, quando la politica non riesce a farmare chi al calcio ed allo sport fa solo del male, quando la politica fa sì che la giustizia si pieghi di fronte alla violenza, di fronte ai criminali.
La violenza ha fatto capolino fin da subito, alla prima giornata di campionato, che stavolta ha visto come protagonisti i tifosi napoletani che hanno assaltato Roma. Il Ministro Maroni aveva subito fatto capire che si sarebbe utilizzato il pungo duro contro la violenza, con trasferte vietate ai tifosi e stadi chiusi quando si fosse reso necessario.
Seondo quanto emerso lo Stadio di Napoli doveva essere squalificato fino a fine Ottobre, ma la decisione è cambiata. Saranno solo le due curve ad essere squalificate, con gli spettatori che si sposteranno regolarmente negli altri settori.
La prossima settimana si gioca Fiorentina-Bologna. I tifosi viola l'anno scorso sono stati giudicati i più corretti e premiati per il loro fair-play. Nonostante questo per la partita contro i rossoblù l'ingresso allo Stadio sarà consentito solo agli abbonati viola (circa 25000), mentre per tutti gli altri tifosi non sarà possibile entrare al Franchi.
Insomma, i napoletani devastano Roma e possono accedere allo Stadio (curve escluse), quelli della Fiorentina sono i più corretti ma quelli che non hanno l'abbonamento non possono andare allo stadio perchè ci furono problemi tra le tifoserie negli anni '80. E questa sarebbe giustizia? Questo sarebbe il modo di aiutare il calcio? Ma per favore, non esiste, chi prende queste decisioni dovrebbe ma andare a fare in culo e di corsa!!!
Poi è arrivata la ciliegina del Presidente di Lega Matarrese, secondo il quale "gli impianti attrezzati per arresti immediati". Ma come, si sta facendo di tutto (a parole) per levare le barriere dagli stadi, per riportare le famiglie sugli spalti, e questo coglione furbone viene fuori con le celle negli stadi?

3 commenti:

duhangst ha detto...

Nel calcio c'è qualche cosa di malato che nessuno vuole affrontare e non riesco a capirne il motivo.

Anonimo ha detto...

Sono senese e ovviamente tifo SIENA, ma reputo veramente illogico non far accedere allo stadio i tifosi del luogo non abbonati, specialmente se gli ospiti sono assenti. Spero che in settimana questa decisione stupida e cervellotica venga cambiata, soprattutto per non creare un precedente. Agli spoortivi "violacei" va tutta la mia solidarietà.

Vax ha detto...

Beh, lo spero anch'io.....