02 settembre 2008

La Fantapolitica del Pdl

Tremonti e Berlusconi, che bella coppia!Il Pdl continua con la sua Fantapolitica, messa in risalto ogni giorno da tv e media, e portata avanti sotto la spinta costante di Pinocchio Berlusconi con l'aiuto sulle questioni economiche di quel genio incompreso che è Tremonti.
Troppo facile parlare del caso Alitalia, un vero e proprio disastro messo in piedi per accaparrarsi qualche voto in più alle elezioni. Un giochetto che colpirà in modo deciso l'Italia e gli italiani, ma va bene così a quanto pare......
Penso ad esempio alla famosa abolizione dell'ICI. Una grande cosa, ma solo per chi ha una casa! E visto che le persone che hanno più bisogno d'aiuto una casa non ce l'hanno, ma vivono in affitto, va a finire che saranno sempre ed ancora loro a prenderlo in quel posto. Senza contare che i Comuni italiani senza quei soldi avranno due possibilità: ridurre i servizi (già miseri) o prendere i soldi ai contribuenti in qualche altro modo.
Poi c'è la famosa detassazione degli straordinari! Una bella trovata anche quella, perchè suona bene, sembra proprio una ganzata. Peccato però che non sia tutto oro quel che luccica, perchè ne potranno beneficiare solo in pochi. Chi guadagna più di 30000 Euro l'anno non ne può usufruire, ma nemmeno chi ha un reddito basso per un incomprensibile calcolo dei contributi...... insomma, alla fine anchi guadagna 16000 Euro l'anno resta a secco. Oltretutto gli straordinari non sono alla portata di tutti i lavoratori, vuoi perchè il datore di lavoro non ti permette di farli, vuoi perchè non hai il tempo materiale per farli, vuoi perchè in molti hanno una tipologia di contratto che non gli permette di farli. E poi non si può certo dire che incentivare il lavoro straordinario possa aiutare a limitare la disoccupazione, tutt'altro!!!
In busta paga ogni mese ci sono 15 Euro di tasse dovute alle addizionali regionali e comunali. Alla fine dell'anno si parla di 180 Euro, magari poteva essere utile eliminare quelle, favorendo così davvero i lavoratori, magari senza toccare l'ICI per il momento. Ma probabilmente la manovra non avrebbe avuto lo stesso risalto, anche se il risultato poteva essere migliore.
Come non citare il grande (non certo di statura) ministro Brunetta, colui che risolverà il problema dei fannulloni nella Pubblica Amministrazione. Senza dubbio lo Stato aiuta a campare molti impiegati che non fanno niente dalla mattina alla sera, ma erano SOLO LORO che dovevano essere colpiti. Invece il mini-ministro ha visto bene di fare di tutta l'erba un fascio, inserendo delle regole assurde, che andranno a colpire anche gli impiegati onesti.
Vogliamo poi parlare del famoso lodo Alfano? Anche se più che lodo andrebbe chiamato dolo. La Giustizia italiana non è mai stata uguale per tutti, nonostante il famoso motto "La Legge è uguale per tutti". Probabilmente non tutti sono uguali, a partire dal presidente del consiglio in pectore. A quanto pare il lodo Alfano era una priorità inderogabile del Governo. Più degli stipendi degli italiani che non riescono ad arrivare a fine mese. Più della situazione dei pensionati che tirano a campare con 500 Euro al mese (quando va bene).
Bisognerebbe poi parlare dei tagli all'Istruzione e di quelli alla Sanità...... della reintroduzione dei ticket anche per le categorie che giustamente erano esenti. Poi bisognerebbe parlare di molto altro ancora, ma per ora fermiamoci qua. Tanto tra poco San Silvio da Arcore leva il Bollo Auto, così tutti saranno contenti!!! Bravo Silvio.......

4 commenti:

duhangst ha detto...

E c'è chi dice che il governo ha il 60 per cento dei consensi..
Ma davvero siamo tanto cechi in Italia?

S.B. ha detto...

Lo hanno votato, ora ce lo teniamo (tutti) :-(

Vax ha detto...

Ma chi lo dice che ha il 60% dei consensi? Probabilmente lo dicono "loro" ed i media che controllano...... e pensare che a parer loro la stampa italiana era in mano ai comunisti.......

Il fatto è che questi qua fanno danni, però nessuno dice niente..... questa cosa dovrebbe far preoccupare!!!

Anonimo ha detto...

Come dice la mia ragazza che studia Giurisprudenza: se la legge fosse uguale per tutti non ci sarebbe bisogno di scriverlo nelle aule di tribunale.