16 gennaio 2008

(in)giustizia italiana

Giustizia, una parola grossa, alla quale purtroppo non possiamo attribuire sempre lo stesso significato.
Sicuramente è una parola alla quale non crede molto un 72enne di Scandicci (paese in provincia di Firenze), proprietario da oltre 40 anni di una colonica vicino alla quale venne costruita l'Autostrada A1.
Da tempo sul tratto autostradale che costeggia Firenze si lavora per la realizzazione della terza corsia di marcia, un ampliamento che ha interessato in prima persona la casa dell'anziano la quale "colpevolmente" si trovava proprio dove dovrà passare il nuovo tratto autostradale.
Fino ad oggi probabilmente non è stato trovato un accordo economico per quantificare la perdita dell'abitazione, ma nonostante questo l'anziano è stato sfrattato (con la forza) da casa sua. Autostrade aveva offerto come alternativa alla colonica l'alloggio temporaneo in un hotel, mentre il sindaco di Scandicci sta cercando di trovare in affitto una porzione di un agriturismo dove sistemare il 72enne.
Secondo la Legge "Lo Stato avrà quindi la facoltà di spogliare il titolare del diritto di proprietà del diritto stesso (in cambio di un equo indennizzo), per realizzare (ad esempio) un'opera che vada a vantaggio della collettività, e realizzando così quella funzione sociale del diritto di proprietà espressa chiaramente dalla nostra costituzione". In questo caso per il momento c'è stata l'espropriazione, per l'equo indennizzo si vedrà.

3 commenti:

duhangst ha detto...

Che cosa sarebbe successo se la casa colonica fosse stata di qualche parlamentare?

Vax ha detto...

Forse l'avrebbe ospitato in Parlamento insieme a tutta la famiglia???

Non per esser cattivi, tantomeno non vorrei pensar male...... ma mi è capitato di sentire di persone che, sapendo che in una certa zona sarebbe stata realizzata un'opera pubblica, si sono sbrigati a comprare il terreno, rivendendolo poi allo Stato per un prezzo notevolmente superiore......

Hadamard ha detto...

Somiglia tanto all'inizio de "La guida galattica per gli autostoppisti" di Douglas Adams...
Non è che stanno per distruggere la Terra, per caso?