29 agosto 2007

Stop ai lavavetri a Firenze

Stop ai lavavetri a FirenzeA Firenze è iniziata la "tolleranza zero" nei confronti dei lavavetri.
Di colpo i semafori di Firenze ritrovano la pace, ed anche molti automobilisti che ad ogni sosta erano costretti a darsi da fare per cercare di allontanare il lavavetri di turno.
Ma cos'è successo? Un’ordinanza del Comune firmata ieri dall’assessore alla Sicurezza urbana, l’ex senatore Graziano Cioni dei Ds, prevede una denuncia penale e nei casi peggiori l'arresto fino a 3 mesi per i lavavetri che saranno trovati ai semafori della città.
Il provvedimento sarà valido fino ad Ottobre, ed è una sorta di test per vedere se si può risolvere questo problema che colpisce molti cittadini.
Naturalmente a seguito del provvedimento si sono formati subito due schieramenti, quello favorevole e quello contrario che puntualmente ha sollevato molte polemiche.
Ma in un sondaggio effetuato dal Corriere della Sera ben l'88% dei lettori ha espresso un parere favorele per questa iniziativa.
Intanto ieri sono arrivate le prime denunce......

3 commenti:

S.B. ha detto...

Credo che li rimpiangano in pochi i lavavetri..

gds75 ha detto...

danno fastidio anche a me quando sono fermo al semaforo, ma il provvedimento non mi piace molto, è sibillino e rischia di trasformare un provvredimento di natura amministrativa in una giustificazione di mentalità razzista.
non so se hai sentito i vari automobilisti fermati ai quali è stato chiesto un parere a riguardo....

Vax ha detto...

Non ho sentito i commenti della gente, ma ne ho sentito parlare in giro in questi giorni, e la gente è daccordo con la decisione presa.

Il razzismo sinceramente non lo vedo in questo provvedimento.

Sinceramente sono una rottura di palle continua, e bisogna anche dire che quando trovano al volante una ragazza oppure qualche anziano sono ancora più insistenti e tedianti.

Senza contare quelli che magari il vetro provano a pulirtelo ugualmente, e magari te lo graffiano con lo spazzolone arrugginito.