27 agosto 2008

Aggiornamento su Alitalia

Stanno andando avanti le manovre su Alitalia, la compagnia di bandiera italiana che il Governo ha promesso di salvare e rilanciare.
E' nata quindi la nuova Compagnia Aerea Italiana, con Colaninno come presidente, che rileverà il marchio e le attività di Alitalia, portando in dote un capitalie da 1 milione di Euro.
Insomma, ma la nuova Compagnia Aerea Italiana si farà carico anche dei debiti e degli esuberi di Alitalia? Certamente no..... loro si prenderanno la Società praticamente gratis e manderanno a casa circa 7000 lavoratori. Tutto il resto sarà a carico di una bad company, Società al 100% del Tesoro, quindi dello Stato e quindi dei contribuenti.
Insomma, la politica del Governo su Alitalia ci costerà un bel pò di soldi. Oltre 1 miliardo di Euro di debiti, i 300.000 Euro di prestito ponte fino ad arrivare alla sistemazione dei 7000 lavoratori in esubero. Quei soldi li tireremo fuori noi, i soliti contribuenti che pagano onestamente le tasse. Se li tiriamo fuori per Alitalia vorrà dire che non potranno essere utilizzati per altri servizi che in Italia sono scadenti e che un buon Governo dovrebbe cercare di migliorare. Invece si pensa a regalare la compagnia aerea di bandiera ai "soliti amici" che poi renderanno il favore in futuro.
Si parla di 7000 licenziamenti (altro che esuberi, chiamiamo le cose con il loro nome!!!). Beh, a quanto a pare circa 2000 di loro usufruiranno del così detto scivolo che gli permetterà di andare in pensione anticipatamente a spese nostre. Gli altri 5000 verranno spostati presso il Catasto, l'Agenzia delle Entrare e le Poste. Tutte realtà che fanno riferimento al ministero dell'Economia. La cosa strana è che alle Poste ci sono 30000 precari che potrebbero andare in giudizio chiedendo l'assunzione.....
Non era meglio vendere ad Air France? No, che sciocchezza..... e poi c'erano le elezioni di mezzo, ma soprattutto ci saranno i favori che Berlusconi e company riceveranno in futuro. Dite che Berlusconi pur di fare il proprio gioco l'ha messo in quel posto ai contribuenti? Non so, giudicate voi.....
Un'ultima nota su una compagnia che fa parte della nuova Compagnia Aerea Italiana, la famiglia Benetton. Come si sa le grandi compagnie spaziano ovunque, ed i Benetton hanno parecchie mani nel mondo dell'edilizia tanto che l'aereoporto di Fiumicino è stato realizzato dalle loro imprese. Si pensa che con il rilancio di Alitalia l'aereoporto di Fiumicino debba essere ampliato, quasi raddoppiato. A chi pensate che andranno a finire gli appalti? Non si può sapere, perchè saranno pubblici...... ed oltretutto si potrebbe manifestare un leggero conflitto di interessi. Già, il famoso conflitto di interessi.....

3 commenti:

duhangst ha detto...

Non sapevo dei Benetton.. Comunque sia qui la sitazione sta diventando insostenibile..

Vax ha detto...

Ma nessuno ne parla, nonostante il dominio della sinistra negli organi di informazione......

chit ha detto...

come fai a pensare possa esistere un conflitto d'interessi in Italia??