20 febbraio 2008

Firenze e la Tramvia

Nello scorso week-end a Firenze c'è stato il referendum sulla Tramvia con il quale si intendeva bloccare le linee 2 e 3, ed una parte della linea 1, quella che dovrà passare da Piazza Duomo e lungo il Battistero di San Giovanni.
L'affluenza è stata scarsa, visto che si sono recati alle urne meno del 40% degli aventi diritto, tra i quali circa il 53% voleva fermare i lavori per la Tramvia. In pratica appena il 20% dei cittadini fiorentini ha votato per il blocco.
Qundi si va avanti, con un risultato scarso per i promotori del referendum che è costato al comune 1.200.000 euro.
Dal mio punto di vista è una cosa positiva, perchè Firenze ne ha bisogno. E vista l'impossibilità di realizzare una metropolitana a causa dei beni archeologici (chissà chi ne usufruirà) custoditi nel sottosuolo, la Tramvia era l'unica strada possibile.

2 commenti:

chit ha detto...

Sicuramente può essere utile ai cittadini, "esteticamente" (ammettiamolo) è un po' un pugno in un occhio. Magari sarebbe necessario scendere ad un compromesso; fare si una metropolitana ma con delle vetture un po' più piccole, che ne dici?

Vax ha detto...

Non credo che il passaggio degli autobus sia esteticamente migliore, anzi..... per non parlare di macchine, taxi e motorini.....

Non credo che vedere il Duomo sempre ricoperto dalle impalcature (perchè deve essere ripulito a causa dei gas di scarico) sia un gran bel vedere.....

Fosse stato per me, avrei fatto la metropolitana, fregandomene di quello che c'è nel sottosuolo...... perchè tanto rimane nel sottosuolo. Ma visto che la metropolitana per questo motivo non era fattibile, cerdo che la Tramvia sia una cosa necessaria ed utile per i cittadini.